Ogni stretto ha il suo ponte.Valutazioni critiche

Home / ARGOMENTI / Ogni stretto ha il suo ponte.Valutazioni critiche

Ogni stretto ha il suo ponte.Valutazioni critiche | Circolo Culturale

Nelle ultime settimane ha ripreso vigore un’ipotesi, in altre occasioni rispolverata, di realizzare una passerella stabile sulla strettoia del lago di Endine, in corrispondenza del restringimento tra Spinone e Monasterolo, con il proposito di rinvigorire il turismo locale. Ritenendo che l’iniziativa sia del tutto inadeguata rispetto all’obbiettivo indicato il Circolo Culturale Valle Cavallina ne sottolinea le contraddizioni e le incongruenza ed esprime valutazioni critiche sulla costosa quanto inutile idea di unire le due sponde del Lago di Endine.

immagine che illustra la valle dall'altro
Il ponte tra Spinone e Monasterolo
L’idea di connettere con un ponte la strozzatura che separa il bacino di Spinone dal resto del lago di Endine sembra ascendere addirittura all’Ottocento, quando forse il progetto poteva avere un senso sul piano della comunicazione tra i due paesi che si fronteggiano su opposte sponde: spesso infatti gli agricoltori coltivavano terreni posti sulle rive opposte e con carri o a spalla, per portare attrezzi e prodotti, dovevano affrontare il percorso di circumnavigazione del lago; la distanza era abbreviata quando il lago ghiacciato facilitava il trasporto di letame e fieno con attraversamento su ghiaccio.
L’idea venne poi ripresa negli anni Novanta del secolo scorso, senza trovare una plausibile applicazione…

SCARICA IL DOCUMENTO COMPLETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *